Blog

Il pavimento pelvico: questo sconosciuto

Per molto tempo il pavimento pelvico è stato ignorato,soprattutto per pudori sociali e tabù.
Anche la medicina solo recentemente ha raggiunto maggiori conoscenze, iniziando a parlare di prevenzione e riabilitazione. Ce ne parla la dott.ssa Tiziana Peserico, Fisioterapista presso il
Centro Medico Bios.

Il pavimento pelvico è un sistema muscolare di fondamentale importanza per il sostegno e la sospensione dei visceri pelvici, la continenza urinaria e fecale, il parto, la corretta funzionalità sessuale. Il muscolo principale è costituito dall’elevatore dell’ano, costituito a sua volta dal pubo-coccigeo, ileo-coccigeo, pubo-rettale, inoltre il pavimento pelvico o perineo, può essere diviso in due piani:

  • il piano perineale superficiale con i muscoli ischio-cavernoso (comprime la base del pene e del clitoride) e bulbo-cavernoso (comprime l’uretra), insieme sostengono l’erezione del pene e del clitoride; questo piano muscolare controlla volontariamente la minzione;
  • il piano perineale profondo che vede il passaggio e l’attività del canale anale che termina con gli sfinteri anali interno ed esterno, deputati al controllo della fuoriuscita dei gas e delle feci.

A volte la disfunzione del pavimento può essere dovuto ad un semplice abbassamento del tono muscolare a livello perineale che va rinforzato.

I sintomi più comuni in entrambi i sessi che nascono da questo squilibrio funzionale sono:

  • Perdita involontaria di urina specie dopo interventi chirurgici, durante l’attività fisica, urgenza di urinare anche senza effettuare sforzi
  • Difficoltà a svuotare completamente la vescica, minzione ipovalida
  • Senso di peso dovuto ad eventuale presenza di prolassi
  • Dolore in zona perineale
  • Stipsi e disfunzioni ano-rettali (incontinenza fecale)
  • Problematiche pelviche post-partum
  • Disfunzioni sessuali

In merito alle disfunzioni sessuali è consigliabile una consulenza sessuologica con uno specialista di competenza, che può concludersi con un solo colloquio a titolo informativo, oppure con più incontri per raccogliere un’anamnesi più completa ed approfondire la problematica.

Anche la mente può condizionare la funzionalità del piano perineale: per questo è altrettanto proponibile una consulenza psicologica-psicosomatica di approfondimento che può integrare ed ottimizzare la fisioterapia.

Il trattamento riabilitativo è il fondamentale supporto capace di rendere il paziente consapevole di questa area del corpo, del suo eventuale problema, del corretto reclutamento muscolare e lo aiuta a prevenire le ricadute.

La pratica della fisioterapia (può riguardare anche la fase preparatoria all’intervento chirurgico), consiste in:

  • Terapia manuale
  • Esercizio terapeutico
  • Terapia fisica
  • Terapia comportamentale
  • Riabilitazione posturale

Il percorso riabilitativo del pavimento pelvico può essere intrapreso o su richiesta primaria dell’utente oppure previa visita urologica/andrologica/proctologica/ginecologica, con specialisti di competenza operativi presso il Centro Medico Bios.

Prenota ora la tua visita chiamando la segreteria al numero 0445 314741 oppure scrivendoci dalla pagina contatti.