Blog

L’importanza della riabilitazione fisioterapica dopo un ictus

La riabilitazione dopo un ictus cerebrale inizia in ospedale e continua nei mesi successivi, anche presso il nostro centro. Ce ne parla la dottoressa Salbego Laura, fisioterapista presso Centro Medico Bios, che ha aperto una nuova sede riabilitativa costituita da due ambulatori e da una palestra di oltre 250 mq. La struttura mette a disposizione dei pazienti uno staff di professionisti esperti e qualificati, che svolgono servizi sanitari specialistici di fisioterapia, terapia fisica e riabilitazione motoria.

Si possono recuperare i danni dell’ictus e in quanto tempo?
L’ ictus causa il danneggiamento di alcune aree cerebrali ma alcune aree possono essere recuperate  perchè  il nostro cervello ha la capacità di rimodellarsi attraverso l’esercizio. L’esercizio stimola l’ attivazione delle aree cerebrali danneggiate e crea nuovi collegamenti che permettono il recupero della funzione persa.
Non è possibile definire quale sia l’effettivo recupero del paziente e in quando tempo questo possa avvenire. I tempi di recupero sono variabili perchè l’ictus danneggia il cervello della persona colpita in modo diverso e ogni persona risponde in maniera differente alla terapia. Non è sempre detto che un ictus che ha colpito un’area cerebrale piccola, abbia una risoluzione più veloce di un ictus che ha colpito un’area cerebrale più vasta. A volte avviene il contrario.

In questa tabella riportiamo i tipi di danni causati dall’ictus e il recupero che si può ottenere con la fisioterapia.

 

Conseguenze dell’ictus cerebrale Obiettivi del recupero
Paralisi, che può essere di metà corpo Migliorare il movimento e diminuire il senso di rigidità, qualora sia presente
Difficoltà di deambulazione Riabilitare lo schema del passo  e

aumentare l’equilibrio

Disturbi della sensibilità e della percezione Incrementare le capacità tattili e propriocettive, rispetto al proprio corpo e all’ambiente circostante
Difficoltà nella prensione di oggetti Migliorare la presa di oggetti, ripianificando lo schema motorio

 

 

 

Dopo quanto tempo si può ancora recuperare?
Ha senso parlare di riabilitazione dopo un tot di anni ?

I miglioramenti sono più evidenti dei primi 2-3 anni in seguito all’ictus. Nei periodi successivi potranno continuare ad esserci, ma saranno più graduali.  Quindi in linea generale il paziente può sempre aspirare e puntare ad una qualità di vita sempre migliore.