Blog

Ossigeno-ozono terapia: nuove possibilità per la medicina del dolore

 

L’ossigeno-ozono terapia è una metodologia medica che consiste nella somministrazione al paziente di una miscela di 97% di ossigeno e 3% di ozono attraverso grande e piccola autoemoinfusione e infiltrazioni sottocutanee/peritendinee, intra-articolari o paravertebrali.

I benefici di questo tipo di terapia sono sicuri e dimostrati e hanno il vantaggio di basarsi su un metodo naturale, non tossico, che dura nel tempo e soprattutto privo di effetti collaterali.

Nello specifico, l’ossigeno-ozono terapia è in grado di rafforzare il sistema immunitario, contrastare le intossicazioni derivanti dall’uso dei farmaci (anche chemioterapia), sfiammare e ridurre quindi il dolore migliorando nel contempo l’ossigenazione cellulare e il microcircolo sanguigno.

Per queste sue proprietà si è dimostrata efficace nel trattamento di inestetismi ma anche di malattie infiammatorie e di diverse condizioni patologiche come artrite, arteriosclerosi, artrite reumatoide, ernia del disco, lombalgia, herpes simplex o zoster e molte altre, con effetti collaterali minimi e arrivando a trattare quello che il farmaco non può. Aiutando anche nella cura dei sintomi della Sindrome da Fatica Cronica (CFS) e della Fibromialgia, grazie alla sua azione antalgica, antinfettiva, immunostimolante e di aumento della resistenza allo sforzo.

Grazie al trattamento, i pazienti sottoposti ad ossigeno-ozono terapia mostrano una significativa riduzione del dolore, una riduzione dei parametri ematochimici infiammatori, un recupero nello svolgimento delle attività della vita quotidiana ed un miglioramento estetico delle lesioni cutanee.

Nel nostro Centro la Dr.ssa Maria Elena Guerreschi è a vostra disposizione per un colloquio gratuito di 15 minuti per la valutazione di un eventuale trattamento: contattateci per informazioni senza impegno telefonicamente allo 0445 314741, via mail a bios@centromedicobios.com o tramite il form di contatto a questa pagina.