Blog

Osteopatia

Conosci l’osteopatia?

L’osteopatia è una terapia manipolativa riconosciuta dall’OMS, basata sul contatto manuale per la valutazione e il trattamento del paziente, ed è volta al ripristino, tramite tecniche di manipolazione non invasive, dell’equilibrio globale del corpo.

L’osteopata affronta i sintomi specifici attraverso un approccio terapeutico indirizzato all’intera persona.

Chiunque può beneficiare del trattamento. Le tecniche sono diverse, con donne in gravidanza e anziani, vengo utilizzate tecniche di rilasciamento dolce.

E’ un aiuto per:

  • Dolori vertebrali,
  • Problematiche post colpo di frusta,
  • Problematiche post chirurgiche, cicatrici,
  • Mal di testa, cefalee,
  • Dolori mestruali,
  • Problematiche digestive, reflusso gastroesofageo

 

Durata del singolo trattamento?

1 ora per la prima valutazione- trattamento, 45 min per i trattamenti successivi.

Ogni quanto?

In base alla problematica, alla tipologia e intensità del dolore gli appuntamenti possono essere ogni 15 giorni, ogni 3 o 4 settimane.

 

Osteopatia o fisioterapia?

Non vi è contrapposizione tra le due professioni, vanno piuttosto considerate in collaborazione e completamento reciproco. Il trattamento osteopatico non preclude quello fisioterapico o viceversa; anzi insieme per il benessere del paziente!

Il fisioterapista si focalizza sull’area in cui il paziente lamenta il dolore, pone domande relative a quella zona specifica, si occupa di una sintomatologia locale.

L’osteopata utilizza un approccio più globale, sia in fase di diagnosi che nella terapia pone infatti domande non solo riferite alla zona del dolore ma tiene in considerazione tutta la storia clinica del paziente.

Osteopatia in dolce attesa?

Il trattamento osteopatico durante la gravidanza è una tecnica estremamente dolce per aiutare il corpo ad adattarsi ai cambiamenti in atto, favorendo l’elasticità tissutale e la mobilità articolare.

L’osteopatia affronta le problematiche dolorose a carico della colonna vertebrale e della relativa muscolatura quali:

  • Lombalgia,
  • Cervicalgia,

e altre problematiche quali:

  • Dolori inguinali,
  • Disturbi legati alla ritenzione di liquidi
  • Mal di testa, cefalee

 

Quando?

Dalla 13esima settimana in poi

Ogni quanto?

In base alla problematica, alla tipologia e intensità del dolore, gli appuntamenti possono essere ogni 15 gg o 1 volta al mese