Valutazione osteopatica

La valutazione osteopatica serve a individuare le patologie e i disturbi che  interessano l’apparato:

  • neuro-muscolo-scheletrico (approccio strutturale, utile in caso di lombalgie, cervicalgie, dorsalgie, sciatalgie, ernie discali, problematiche posturali);
  • cranio-sacrale (approccio dolce, utilizzato in presenza di emicranie, cefalee, disturbi all’articolazione temporo-mandibolare (ATM), problematiche neonatali e pediatriche;
  • viscerale/facciale (per disfunzioni viscerali organiche o secondarie a problematiche vertebrali come ptosi, aderenze post chirurgiche, ernia iatale, problematiche del diaframma).

Durante la valutazione osteopatica il medico raccoglie le informazioni relative alla storia medica del paziente e ai sintomi da lui riferiti, analizza, attraverso palpazione e manipolazione, le diverse parti del corpo al fine di individuare quale causa e struttura provocano il dolore.

Il medico potrà quindi definire e discutere con il paziente il percorso di cura/trattamento idoneo a ciascun caso.

Specialisti

Bianchi Dott. Walter

Specialista in Osteopatia