Osteopatia

Disciplina medica basata sulla centralità del ruolo del sistema muscolo-scheletrico nell’insorgenza delle malattie e nel mantenimento della salute. Insieme alla chiropratica è una delle terapie di tipo manipolativo più diffusa.
In queste pratiche, i terapeuti operano con ossa, muscoli e tessuti connettivi usando le mani per diagnosticare e trattare anormalità strutturali e funzionali.
Possibilità applicative:

  • Patologie degli arti inferiori come: distorsioni di caviglia e ginocchio, problematiche come l’alluce valgo, dolore generico al ginocchio legato a patologie meniscali, legamentose e di compenso posturale, problematiche all’anca e difficoltà nella deambulazione; traumi al piede;
  • Patologie della colonna vertebrale: lombalgia, sciatalgia, ernie discali, dolori dorsali e costali;
  • Patologie degli arti superiori: periartriti scapolo-omeali, traumi da cadute a mano, gomito, spalla;
  • Trattamenti cranio sacrali: cefalee, nevralgie,vertigini
  • Problematiche dell’apparato digerente: ernia iatale, gastriti, stitichezza, sindrome del colon irritabile.

L’osteopatia è una scienza che ha per riferimento la biologia, fisiologia e l’anatomia umana. Lo studio osteopatico prevede sei anni di specializzazione, approfondimento e tirocinio su questi argomenti.
L’approccio terapeutico punta ad armonizzare tutte le componenti fisiche (ossa, muscoli, articolazioni e funzione cardiocircolatoria) utilizzando tecniche unicamente manuali.
Il presupposto fondamentale è che tutte le strutture sono interdipendenti così dietro ad un disturbo-sintomo apparentemente localizzato si può celare un evento-causa recente o di vecchia data fisicamente anche distante dalla regione interessata da tale disturbo. L’osteopatia è una scienza medica complementare che si occupa non solo dei sintomi fisici ma anche dello stato psicofisico globale del paziente.

I campi di applicazione sono molto vasti: l’osteopatia può curare sia problemi vertebrali e strutturali intesi come ossei-articolari e legamentosi, come disfunzioni viscerali o cranio-sacrali, cefalee, acufeni, vertigini, disturbi alla sfera ORL sia nell’adulto che nel bambino.
Risulta essere molto efficace in numerosi segmenti corporei: piede, caviglia, ginocchio, spalla, mandibola, cranio, colonna vertebrale, ecc…; per la prevenzione ed eventuale aiuto integrato alla cura della scoliosi e/o dei dorsi curvi nell’età infantile; trattamento di neonati per traumi post partum e delle donne in gravidanza.
Agisce su tutti i tessuti viventi: sangue, polmoni, nervi, ossa, tessuto connettivo; su tutti gli organi palpabili del corpo: fegato,vescica, intestino, stomaco,… e nei casi di malesseri generali, dolori localizzati e diffusi; su tutte le disfunzioni del sistema digestivo, respiratorio, oro-genitale.

Specialisti